Le tecniche di produzione

green_shieldL’attenzione di Co.Pro.Pa non si rivolge solo alle esigenze dei clienti, ma anche alla difesa degli agroecosistemi. Ogni varietà di patata è coltivata secondo i principi della “lotta integrata”, tecnica di produzione agricola che consente di ridurre i residui di fitofarmaci nei prodotti agricoli, riducendo in tal modo anche l’impatto ambientale i principi su cui si fonda sono: la riduzione al minimo indispensabile dei principi attivi impiegati e delle concimazioni, utilizzo di prodotti selettivi con deboli ripercussioni ambientali, utilizzo delle rotazioni colturali.


Il sistema di tracciabilità

tracciatoNella società attuale si fa sempre più urgente l’esigenza delle imprese di poter documentare, tramite un sistema di rintracciabilità interno, l’intera catena dal produttore al consumatore: dal conferimento, alla lavorazione/trasformazione fino alla vendita del prodotto. L’Unione Europea, con l’approvazione del Reg. CE n° 178 del 28.01.2002, rendo obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2005 la rintracciabilità agroalimentare, che permette di ricostruire e di seguire il percorso di un alimento attraverso tutte le fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione.

La rintracciabilità di Co.Pro.Pa. riguarda sia le materie prime sia il prodotto all’origine. I produttori, infatti conservano i cartellini di accompagnamento delle partite di tubero-seme impiegato o i documenti di trasporto nei quali compare il lotto di seme acquistato in Cooperativa. Di tutti i terreni coltivati, viene fatta l’analisi del terreno e conservata la mappa catastale per identificare le zone di produzione, durante il ciclo di coltivazione viene indicato, sul quaderno di campagna, il tipo e la qualità di fertilizzanti, diserbanti ed antiparassitari impiegati, nonchè la data del trattamento. Al conferimento le patate sono identificate mediante cartellino fissato sui bins, da cui risulta la varietà, il numero di socio e il numero della consegna. Le patate così individuate, vengono sottoposte al analisi organolettiche e ad analisi multi-residuali.

Sulla base di tali informazioni Co.Pro.Pa può impiegare un sistema di etichettatura selle patate che riporta le informazioni utili al consumatore: nome dell’azienda, varietà, codice del socio produttore, data di confezionamento, colore della buccia e della pasta, luogo d’origine, peso, categoria e caratteristiche nutrizionali.


I laboratori di autocertificazione

laboratorioCo.Pro.Pa, coerente con i propri valori di professionalità e competenza e per offrire al consumatore un prodotto danno e controllato ha istituito il primo laboratorio del Friuli Venezia Giulia per l’analisi organolettica di tutte le varietà di patata prodotte. Il laboratorio opera esclusivamente per le esigenze interne, adottando il Manuale Operativo definito dal Centro Interprovinciale di Sperimentazione Agroambientale (CISA) “mario Neri” di Imola, che prevede valutazioni analitiche di quattro parametri:

  • lavabilità
  • contenuto in sostanza secca
  • grado di imbrunimento dopo friggitura
  • grado di annerimento dopo cottura a vapore

In tale maniere Co.Pro.Pa può offrire ai propri clienti un prodotto di cui sono note le caratteristiche d’impiego.


Benefici della certificazione

certificatoCo.Pro.Pa intende garantire sempre la qualità delle patate. Perciò ha scelto volontariamente di certificare i propri prodotti (la patata da consumo e la patata da industria) e di chiedere il marchio AQUA (Agricoltura, Ambiente, Qualità), un marchio di qualità della Regione Friuli Venerzia Giulia concesso solo ai prodotti che offrono garanzie a tutela della salute del consumatore.

L’iter di certificazione del prodotto prevede, come momento culminante del percorso, una serie di verifiche tecniche in azienda svolte da un ente di certificazione terzo e indipendente, che assicuri in maniera imparziale ed obiettiva la rispondenza del prodotto alle caratteristiche di qualità stabilite dal “disciplinare di produzione”.
Quest’ultimo è un documento pubblico che indica dettagliatamente i metodi di produzione da seguire (ad esempio l’utilizzo di seme certificato e le tecniche culturali).
Il sistema di qualità adottato da Co.Pro.Pa segue i criteri definiti a livello nazionale dal Sistema Qualità Unapa (Unione Nazionale Pataticoltori), che mira a valorizzare elementi specifici e distintivi della patata, quali luogo di produzione e modalità di lavorazione.

L’unione Nazionale tra le associazioni di produttori di patate è garante del sistema di qualità e riconosce solo i prodotti caratterizzati da:

  • elevata qualità organolettica
  • controllo su produzione e distribuzione
  • utilizzo di documentazione di supporto (quaderno di campagna, libri di magazzino, verbali d’ispezione, scheda di campionamento)
  • rintracciabilità del lotto di produzione

Tali certificazioni assicurano alla qualità Co.Pro.Pa una connotazione molto forte, diventando sinonimo di “garantito, controllato e rispondente a determinate regole ed esigenze del consumatore”.